CHI SIAMO

Associazione Amici delle Missionarie dell’Immacolata
Onlus

La nostra storia inizia in modo organizzato il 3 Novembre 1997, a Milano in Via Masaccio 20, presso la Casa Madre, e sede della Provincia Italia, delle Missionarie dell’Immacolata. Alla presenza di un Notaio, 41 persone, partecipano alla fondazione di questa Associazione di volontari che prende il nome di “ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DELLE MISSIONARIE DELL’IMMACOLATA”.

L’ASSOCIAZIONE sostiene progetti e attività in:
– EUROPA (Italia);
– AFRICA (Guinea Bissau, Cameroun e Algeria);
– ASIA (India, Bangladesh);
– AMERICA LATINA (Brasile);
– OCEANIA (Papua Nuova Guinea)
– CINA

L’associazione persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale a favore di persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari.

Ha lo scopo di sostenere le opere, già attuate o ancora da realizzare, intraprese dalla Congregazione delle Missionarie dell’Immacolata, operando nei settori dell’assistenza sociale e sanitaria, della beneficenza, della formazione ed istruzione, della promozione culturale e dell’arte”. (Statuto 5-6).

I VOLONTARI

Tutte le attività per garantire il globale e corretto funzionamento dell’Associazione sono garantite dai Soci Volontari. Ogni anno vengono erogate circa 20.000 ore uomo a sostegno dell’azione della ONLUS nel Mondo (2.500 all’estero).

Nessun tipo di remunerazione o di rimborso è previsto per i soci volontari ed anche viaggi e soggiorni sono sostenuti dalle singole persone.

Lo sforzo garantito dai volontari esprime un valore finanziario figurativo sicuramente importante che permette all’Associazione di funzionare a costi veramente molto limitati.

CONTATTACI!

FINALITA'

L`Associazione Amici delle Missionarie dell`Immacolata è  nata dal lavoro e dalla vocazione di un gruppo di volontari che, con entusiasmo, impegno ed energia dedicano generosamente tempo e risorse ai meno fortunati. Essa infatti, attraverso la realizzazione di svariati progetti in molte parti del mondo, si impegna a sostenere le opere caritative e sociali promosse dalla Congregazione con l`obiettivo di elevare culturalmente, socialmente e moralmente  coloro che in condizioni disperate, non riescono a far sentire la loro voce ad un mondo troppo rumoroso e sordo ai bisogni altrui.

Volendo dare una definizione di questa Associazione potremmo definirla “laica” per la sua diversificata compagine sociale. Accanto ad una maggioranza cattolica praticante opera anche personale laico di nazionalità diverse e di ideologie politiche diverse. Tutti vivono in armonia uniti dall`obiettivo di costruire un mondo migliore.

IL NOSTRO AIUTO VA DOVE LE MISSIONARIE DELL’IMMACOLATA SONO PRESENTI:

• in INDIA dal 1948
• in BANGLADESH dal 1953
• in BRASILE dal 1954
• in CINA (Hong Kong) dal 1968
• in CAMERUN dal 1971
• in GUINEA BISSAU dal 1980
• in PAPUA NUOVA GUINEA dal 1988
• in ALGERIA dal 2010

L’EROGAZIONE GARANTITA FIN’ORA DALLA ASSOCIAZIONE E’
DI CIRCA € 800.000,00 – 900.000,00 ANNUI.

I COSTI DI FUNZIONAMENTO DELL’ASSOCIAZIONE SONO INFERIORI AL 2% DELL’EROGATO ANNUO.

TESTIMONIANZE

Ecco le riflessioni di alcuni volontari…

“Sono venuto a conoscenza di un’altra realtà, di altre miserie, ma di uno stesso stile di stare accanto ai deboli, camminare con loro e promuovere la loro formazione umana.”
“Il desiderio di mettere le mie forze al servizio di chi dalla vita non ha avuto ciò che ho avuto io e che può vedere in me una mano tesa che lo aiuti a crescere e a camminare insieme.”
“Tu dai, e non è semplice retorica, ma ricevi anche. E’ una sorta di partita doppia della vita. Quando ero piccolo e si viveva di poco o niente, nulla veniva buttato. Tutto aveva un suo valore e così è anche per quella gente. Lavori e ti cade un chiodo: c’è chi lo raccoglie. Hai buttato la tua maglietta perché rotta: il giorno dopo la vedi indossata da qualcuno. Tu doni e loro contraccambiano. In fondo: “nessuno è così povero da non avere nulla da dare e nessuno è così ricco da non avere nulla da ricevere”. E forse è questa la ricetta per la vera gioia e la vera felicità.”